Testo

Notizie

Psoriasi

PDFStampaE-mail

PSORIASI

psoriasis_of_the_palmsLa psoriasi affligge ormai una percentuale non trascurabile di persone, circa il 2%, soprattutto nella fascia di età tra i 15 e i 25 anni e costituisce il 5-10 % di tutte le malattie cutanee.
E' una dermatosi non contagiosa il cui nome deriva dal greco psora = prurito, caratterizzata dalla presenza di chiazze rosse ricoperte da squame chiare.
Le alterazioni cutanee procurate dalla psoriasi sono perlopiù dovute a un ricambio dell'epidermide più rapido del normale. Le cellule cutanee in eccesso si accumulano e formano le tipiche chiazze, mentre le squame chiare sono formate dalle cellule vecchie che, a causa della velocità del ricambio, non riescono ad essere eliminate. Le chiazze possono essere distribuite in tutto il corpo o essere presenti solo in zone localizzate come cuoio capelluto, gomiti, ginocchia, schiena, natiche, mani e piedi.
L'origine della psoriasi è ancora sconosciuta e raramente si arriva a una guarigione completa ma si alternano periodi di remissione a periodi di guarigione.
In questa sede vogliamo fornire consigli di rimedi naturali per alleviare la sintomatologia e la frequenza delle manifestazioni di questa patologia non grave ma sicuramente fastidiosa sia da un punto fisico per psicologico.

CONSIGLI UTILI
Per alleviare il prurito e ammorbidire le squame, si possono applicare sulla cute degli olii vegetali, come l'Olio di Mandorle dolci, l'Olio di Jojoba, l'Olio di Karitè. Molto efficace, per la sua azione reidratante, rigenerante e insieme antisettica e protettiva è l'Olio di Neem, un olio estratto dai semi, spremuti a freddo, dell'Azadirachta Indica, un albero che cresce nelle zone tropicali e sub-tropicali di Asia, Africa, America (Centro e Sud), Medio Oriente, Australia ed Oceania.

Agli Olii vegetali si possono aggiungere anche olii essenziali nella percentuale di circa 4%, che corrisponde a 12 gocce in 30 ml di olio vettore. Molti sono gli Olii essenziali utili nelle manifestazioni psoriasiche: Achillea, Bergamotto, Cardamomo, Cisto, Elicriso, Galbano, Gelsomino, Neroli, Palmarosa, Rosa, Storace, Tolu, Camomilla romana, Lavanda. Essi possono essere anche aggiunti all'acqua della vasca da soli o in miscela, nella quantità massima di 25 gocce in totale.
elicrisio_italico

Sempre per uso esterno, si può fare un decotto con una manciata di fiori di Elicriso in un litro di acqua bollente, far bollire coperto per 5 minuti, lasciare in infusione finchè raffredda, filtrare e fare spugnature sulle parti colpite dalla malattia, senza risciacquare.

Efficaci sono anche impacchi di Elicrisio composti. Ne riportiamo due:

Helichrysum italicum fiori 30 g
Mathricaria camomilla fiori 20 g
Achillea millefolium fiori 20 g
Tymus serpyllum fiori 15 g
Lavandula officinalis fiori 15 g

Far bollire in mezzo litro di acqua, poi lasciar infondere 8-10 g della mistura. Applicare per 15 minuti impacchi sulle parti interessate, 2-3 volte al giorno

Helichrysum italicum fiori 20 g
Urtica dioica foglie 20 g
Malva sylvetsris fiori e foglie 20 g
Arctium lappa radici 20 g

Far bollire ½ litro di acqua, poi lasciar infondere 8-10 g della mistura. Applicare 15 minuti impacchi sulle parti interessate 2-3 volte al giorno.

L'Elicrisio è una pianta con marcata attività antinfiammatoria e antiallergica, dovuta a diversi meccanismi di azione: inibizione degli enzimi proinfiammatori, azione radical scavenging ed effetto simil-corticoide. Nella cura della psoriasi essa riveste un posto di primo piano, tanto da essere utilizzata con successo anche per via orale.
L'infuso di Elicriso si fa con un cucchiaino da caffè per tazza di acqua bollente e se ne bevono più tazze dutante la giornata. E' possibile utilizzare l'Elicriso sotto forma di tintura madre alla dose di 50 gocce tre volte al dì.

Anche il macerato glicerico di Cedro del Libano, assunto per almeno due mesi, nella misura di 25 gh due volte al giorno, può essere un valido aiuto alla sintomatologia psoriasica, per la sua capacità riepitelizzante specifica verso dermatiti "secche", dove c'è una cattiva vascolarizzazione e idratazione della cute.

Per quanto riguarda l'integrazione alimentare, un'adeguata assunzione di acidi grassi omega-3 in molti casi può procurare un miglioramento dei sintomi.
E' consigliabile, inoltre, una dieta ricca di frutta e verdura perchè in esse è presente in maggiore quantità l'acido fumarico, il cui deficit parrebbe contribuire allo sviluppo della psoriasi.

E' inoltre nota l'azione benefica delle esposizioni al sole sulle chiazze psoriasiche che migliorano sensibilmente, a volte sembrano svanire del tutto, anche se la remissione purtroppo è transitoria.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


per evitare lo spam ti prego di completare il puzzle sotto:

Negozio

Banner
Banner
Banner
Banner

Omaggi per i clienti

pacco-regalo

 

Importante: Le indicazioni fornite in questo sito sono a titolo informativo e non sostituscono le indicazioni del medico curante.

IVA: TUTTI i prodotti presenti sul sito con IVA al 20% dal 17/09/2011 ( D.L. n. 138/11) sono passati ad IVA al 21%, sebbene alcuni non siano ancora stati aggiornati per motivi tecnici. Verranno pertanto fatturati con aliquota IVA 21%, ma il prezzo al pubblico NON SUBIRA' ALCUNA VARIAZIONE da quello indicato.